Cifra del mese 2011

72 719 724

Nella media degli ultimi cinque anni, la Svizzera ha importato annualmente 17 414 tonnellate di candele per un valore di 73 milioni di franchi. Il valore franco frontiera svizzera era di 4.20fr./kg. Il maggior numero di importazioni è stato registrato nel mese di ottobre. Il fornitore principale è la Germania (quota: 43%), seguita dalla Cina (14%) e quindi dai Paesi Bassi (7%). (01.12.2011)

+ 32 %

Da gennaio a settembre 2011 le esportazioni svizzere verso la Cina hanno continuato la loro corsa registrando una crescita del 32 %. Questo dinamismo ha permesso all’Impero di Mezzo di diventare il nostro quinto partner commerciale (6,4 miliardi di franchi), a scapito del Regno Unito (6,2). Tuttavia, la Cina, resta ancora distante dal quartetto di testa, composto di Germania (44,2), Stati Uniti (14,6), Italia (11,9) e Francia (10,8). (01.11.2011)

2372

Nel 2010, per circostanze dovute a processi d’integrazione (accordi di libero scambio), la dogana svizzera ha dovuto rinunciare a ben 2372 milioni di franchi. Maggiori beneficiarie sono state soprattutto le merci importate dall’Unione europea. Queste ultime hanno in effetti generato un ammanco di 2071 milioni di franchi di dazi doganali, ossia quasi il 90 % del totale delle perdite doganali. (01.10.2011)

+ 38 % risp. + 32%

Nel periodo gennaio-luglio 2011, la Svizzera ha importato 24 574 monopattini e biciclette a propulsione elettrica e ne ha esportati 21 154. Dal 2009, le importazioni relative al primo semestre di ogni anno sono aumentate in media del 38 per cento e le esportazioni del 32 per cento. Il prezzo al pezzo medio all’importazione pari a 1158 franchi è sensibilmente inferiore rispetto a quello all’esportazione, ovvero 2164 franchi. La maggior parte delle importazioni proviene da Cina, Germania e Taiwan, mentre i tre acquirenti più importanti sono Germania, Paesi Bassi e Austria. (01.09.2011)

9000

Dal 2009, le importazioni annuali di gelati oltrepassano la soglia delle 9000 tonnellate, ossia 1,15 kg per abitante. Le più parte delle importazioni avviene fra i mesi di marzo e luglio, con una media mensile superiore alle 1000 tonnellate. Tra i maggiori fornitori, la parte del leone spetta alla Germania (41 % dei gelati importati nel 2010). (01.08.2011)

44 141 000

Nel 2010 sono transitate in Svizzera 44 141 000 tonnellate di merci. Non avendo come destinazione il nostro paese, queste merci attraversano il territorio svizzero in primo luogo per ragioni logistiche. Principale mezzo di trasporto resta la ferrovia (64 %) mentre la strada (21 %) e le pipeline (15 %) seguono al secondo risp. terzo posto. (01.07.2011)

4 160 941

Nel 2010 la Svizzera ha importato 4 160 941 occhiali da sole. Di questi, il 40 % circa provennero dalla Cina, seguiti dalla Germania col 19 %, Italia 13 % e Francia 9 %. Il paio d’occhiali più costoso, proveniente dalle grandi città di moda francesi e italiane, ha fatto registrare un prezzo medio franco frontiera di 55 franchi, contro i 2 franchi e 50 ct. del paio più a buon mercato proveniente dalla Cina, ossia 22 volte inferiore al più caro. (01.06.2011)

106 803

Da gennaio a marzo 2011 la Svizzera ha esportato 106 803 orologi con cassa di metalli preziosi o di placcati o doppiati di metalli preziosi – ciò corrisponde all’1,6 % di tutti gli orologi esportati. Il valore medio di un tale orologio ammonta a 11'863 franchi. Ben un quarto delle vendite ebbero come destinazione Hong Kong e circa un decimo la Cina risp. gli Stati Uniti d’America. (01.05.2011)

962 822 kg

Nel febbraio 2011, la Svizzera ha importato 962 822 kg di asparagi freschi. Su 3 chili di asparagi verdi, ne sono entrati 1 chilo di bianchi. L’80 % dei primi provenivano dagli Stati Uniti e il 75 % dei secondi dal Perù. Solo sul prezzo gli asparagi bianchi hanno superato quelli verdi, ossia Fr. 5.32 rispetto ai Fr. 4.28 per chilo franco frontiera. (01.04.2011)

+ 3 ranghi per la Cina

Le esportazioni della Svizzera verso la Cina sono balzate da 5,4 miliardi nel 2009 a 7,1 miliardi del 2010. Su base annua l'Impero di Mezzo guadagna 3 posti, piazzandosi così al 6° posto fra i nostri principali partner commerciali, chiaramente ancora prima di Giappone, Spagna e Austria. (01.03.2011)

62 % - 20 % - 15 %

Il Nel 2010 il 62 % di tutte le esportazioni svizzere ha avuto come destinazione l'Europa, il 20 % l'Asia e il 15 % l'America (America del Nord e America latina nonché Caraibi). Nel 1990 le percentuali erano per l'Europa ancora del 70 %, per l'Asia del 16 % e per l'America dell'11 %. (01.02.2011)

https://www.ezv.admin.ch/content/ezv/it/home/temi/statistica-del-commercio-estero-svizzero/pubblicazioni/cifra-del-mese/cifra-del-mese-2011.html