Progetto interfaccia per le autorizzazioni elettroniche

Lo scopo del progetto interfaccia per le autorizzazioni elettroniche è automatizzare le verifiche di autorizzazione che vengono integrate nel processo di elaborazione delle dichiarazioni doganali.

Mediante un'interfaccia elettronica i portali Fracht e-dec e NCTS inviano una richiesta al sistema informatico dell'ufficio emittente interessato. Il sistema informatico dell'ufficio emittente esamina la richiesta e da una conferma al sistema Fracht oppure gli invia un messaggio d'errore.

In un primo tempo saranno interessate le seguenti autorizzazioni d'importazione e d'esportazione:

  • materiale bellico (Il progetto si concluderà prossimamente);
  • prodotti industriali (Dual Use) (Il progetto si concluderà prossimamente);
  • certificati CITES da o per la Francia.

Queste autorizzazioni d'importazione e d'esportazione non dovranno più essere presentate all'ufficio doganale.

L'interfaccia sarà definita in maniera tale da permettere anche ad altri uffici emittenti di collegarsi facilmente.

Obiettivi del progetto

Il progetto interfaccia per le autorizzazioni elettroniche persegue, tra le altre cose, i seguenti obiettivi:

  • creazione di un valore aggiunto per l'AFD e per i nostri clienti;
  • realizzazione di una soluzione flessibile, alla quale possano collegarsi anche altri Uffici federali/emittenti.

Stato attuale del progetto

  • Il progetto si trova in fase d'introduzione.
  • La fase pilota per le autorizzazioni della SECO è conclusa.
  • In un primo tempo sono coinvolti la Segreteria di Stato dell'economia (SECO) e l'Ufficio federale della sicurezza alimentare e di veterinaria (USAV).
  • Il progetto si concluderà nel 2015..

Le informazioni sull'avanzamento del progetto saranno d'ora in poi pubblicate su questa pagina web.

https://www.ezv.admin.ch/content/ezv/it/home/temi/progetti/progetto-interfaccia-per-le-autorizzazioni-elettroniche.html