Globally Networked Customs

L'architettura informatica "Globally Networked Customs" (GNC) dell'Organizzazione mondiale delle dogane (OMD) consente di razionalizzare e uniformare lo scambio di informazioni tra i membri dell'OMD. Una più stretta collaborazione tra le amministrazioni doganali permette di migliorare la qualità nonché di ridurre il dispendio e quindi i costi sia per la dogana sia per l'economia.

Grazie a GNC è possibile scambiare dati standardizzati, come quelli riguardanti l'AEO o la sicurezza. Condividendo ad esempio le medesime procedure d'imposizione o l'analisi dei rischi, le amministrazioni doganali dispongono di un numero di informazioni maggiore rispetto a prima.

A novembre 2011 la Svizzera, rappresentata dall'AFD e dalla SECO, ha partecipato per la prima volta alla nona riunione dell'apposito gruppo di lavoro. Per ottenere lo scambio di dati vengono elaborati moduli standard internazionali, denominati "utility block"(UB). L'OMD ha approvato il relativo studio di fattibilità a fine giugno 2012. Lo sviluppo dei singoli UB è affidato agli Stati o alle Comunità di Stati coinvolti e l'OMD svolge il ruolo di coordinatrice.

Ora la Svizzera sta preparando due UB insieme all'UE (scambio dei dati AEO e di sicurezza conformemente l'Accordo Svizzera - UE sulla facilitazione e la sicurezza doganale). A tale scopo, nell'AFD è stato avviato il progetto GNC, che traspone a livello nazionale concetto e principi dell'architettura GNC. L'obiettivo è offrire, entro il 2014, un'ampia infrastruttura informatica che consenta lo scambio di informazioni tra Uffici federali, Cantoni e via di seguito.

https://www.ezv.admin.ch/content/ezv/it/home/temi/progetti/globally-networked-customs.html