European Electronic Toll Service (EETS) - SET (servizio europeo di tele pedaggio)

Con il Servizio europeo di telepedaggio (SET), l’UE intende realizzare un servizio per il pagamento dei pedaggi compatibile a livello europeo. Con il progetto SET l’Amministrazione federale delle dogane (AFD) ha creato i presupposti per integrare la Svizzera al servizio europeo, così che i mezzi di trasporto esteri non debbano più fermarsi al confine svizzero per pagare la tassa sul traffico pesante commisurata alle prestazioni (TTPCP). Per i veicoli da trasporto nazionali, il sistema esistente per la raccolta della TTPCP sarà rinnovato, in modo che le fasi manuali precedentemente richieste siano ridotte al minimo (Progetto TTPCP III).

Il progetto SET di DaziT è stato avviato a giugno 2018. Dal punto di vista tecnico, è stato creato un nuovo servizio di rilevazione, integrato poi nel sistema di pedaggio svizzero attuale (TTPCP). Dal punto di vista dell’infrastruttura, i sistemi di radiofari e di esecuzione lungo la rete stradale svizzera e ai valichi di confine sono stati adeguati. Inoltre è stata creata e testata una nuova soluzione organizzativa per l’attuazione del SET. L’AFD collabora ora con fornitori di servizi di rilevazione privati, cosiddetti fornitori (o provider) del SET. Prima di poter offrire le loro prestazioni di servizio in Svizzera, essi devono sottoporsi a una procedura di autorizzazione a quattro fasi. Tale procedura è stata armonizzata con quella dell’UE. La base legale è costituita dall’ordinanza del DFF sui fornitori di SET e sui fornitori di cartecarburante (RS 641.811.423) entrata in vigore il 1° marzo 2020.

La soluzione tecnica per l’utilizzo del SET è stata consegnata agli uffici doganali per l’introduzione per fine marzo 2020. L’esercizio viene garantito, secondo la nuova strategia, dal team DevOps. La procedura di autorizzazione è seguita dal servizio specialistico dell’AFD. 

 
https://www.ezv.admin.ch/content/ezv/it/home/temi/progetti/dazit/aktueller-stand-der-arbeiten/eets.html