Programma di trasformazione DaziT

Entro il 2026 il programma di trasformazione globale DaziT porterà l’AFD nell’era digitale. Ne trarranno beneficio popolazione, economia e Stato. Le formalità doganali saranno semplificate e interamente digitalizzate. Grazie all’interconnessione digitale sarà migliorata anche la sicurezza in materia di criminalità transfrontaliera e di immigrazione irregolare.

Il nome DaziT è composto da «dazi», ovvero dazio o più in generale dogana, e «T», ovvero trasformazione. Con «IT» si intende indicare il ruolo centrale dell’informatica. 

Il programma DaziT è costituito da sette progetti, tutti orientati verso obiettivi strategici e che rappresentano il punto di riferimento per la gestione finanziaria. Per l’attuazione il Parlamento nell’autunno 2017 ha approvato un credito d’impegno di circa 400 milioni di franchi che sarà sbloccato in quattro tranche. Il committente generale è il direttore dell’AFD Christian Bock, mentre alla vicedirettrice dell’AFD Isabelle Emmenegger compete la direzione del progetto.

Stato attuale dei lavori

Il 1° gennaio 2018 il programma DaziT è stato ufficialmente lanciato. Oltre alla gestione del programma e della trasformazione sono attualmente in corso altri tre progetti: Basi TIC, Portale e clienti e Redesign traffico merci.

I primi due progetti preparano le basi tecniche per le nuove applicazioni e, almeno nella loro fase iniziale, non hanno ripercussioni dirette su terzi.

Al progetto Redesign traffico merci economia e Consiglio federale danno la massima priorità. Il progetto prevede la digitalizzazione completa dei processi per l’importazione, l’esportazione e il transito delle merci oltre che una migliore sorveglianza dei flussi di merci. Nel progetto sono stati coinvolti rappresentanti dell’economia. Nel 2018, al centro dell’attenzione vi sarà il progetto parziale Banca dati Redesign traffico merci, che orienterà il modello dei dati ai nuovi standard internazionali, semplificando così lo scambio con partner all’estero. Al contempo saranno approfonditi i risultati dello studio relativo ai processi nel traffico delle merci e verrà esaminata la possibilità di sinergie con i processi relativi ai tributi (p. es. riscossione dell’imposta sugli oli minerali).

https://www.ezv.admin.ch/content/ezv/it/home/temi/progetti/dazit.html