Impieghi all’estero Cgcf

Gli impieghi all'estero del Corpo delle guardie di confine possono assumere varie forme: per l'Agenzia europea per la gestione della cooperazione operativa alle frontiere esterne degli Stati membri dell'Unione europea (Frontex) i nostri collaboratori prestano servizio alle frontiere esterne degli Stati Schengen; nell'ambito della sicurezza aerea operano in qualità di «air marshal» (Tiger) o «ground marshal» (Fox); nell'ambito del controllo dei documenti offrono consulenza come air liaison officer (ALO) presso Stati terzi; infine, nelle missioni per la promozione della pace forniscono un supporto competente nelle zone di crisi.

Grazie agli impieghi internazionali, i membri del Cgcf hanno la possibilità di lavorare all'estero nei campi di attività più disparati. In tal modo si aprono prospettive professionali interessanti e il loro know-how viene continuamente esteso. La nostra visione è fornire un contributo a livello internazionale a favore della sicurezza, sfruttare il potenziale dei collaboratori e accrescere le competenze delle regioni guardie di confine.

L'ambito specializzato Impieghi internazionali del Cgcf pianifica, coordina e svolge gli impieghi internazionali. Si occupa inoltre del reclutamento degli specialisti da inviare all'estero. Quale «National Frontex Point of Contact» (NFPOC), esso funge anche da ufficio di contatto per tutte le questioni inerenti alla collaborazione con Frontex.

Ulteriori informazioni

https://www.ezv.admin.ch/content/ezv/it/home/temi/impieghi-all_estero/impieghi-all_estero-cgcf.html