Fusione e saggio dei metalli preziosi

La legge sul controllo dei metalli preziosi sottopone la fusione e il saggio dei metalli preziosi (prodotti della fusione) all'obbligo di patenti.

Patente di fonditore e patente individuale di fonditore

Patente di fonditore
  • Solo il titolare di una patente di fonditore può fabbricare industrialmente prodotti della fusione.
  • È considerata industriale la fabbricazione di prodotti della fusione a scopo di rivendita o per conto di terzi. Non è considerata industriale la fabbricazione di prodotti destinati ad essere utilizzati nella propria azienda).
  • Il titolare della patente di fonditore deve marcare con il suo marchio di fonditore tutti i prodotti della fusione che produce per la rivendita o per il conto di terzi.
  • La patente di fonditore è rilasciata, a richiesta scritta, dall'Ufficio centrale per la durata di quattro anni. La tassa per la patente ammonta a fr. 420.--.

Patente individuale di fonditore

  •  I fabbricanti di casse d'orologio, gioiellieri, orefici, dentisti ecc. possono fondere gli scarti di metalli preziosi provenienti dalla loro attività solo se in possesso di una patente individuale di fonditore.
  • I prodotti della fusione destinati ad essere controllati o venduti, provenienti da titolari di una patente individuale di fonditore, devono essere contrassegnati dal marchio individuale di fonditore.
  • La patente individuale di fonditore è rilasciata, a richiesta, dall'Ufficio centrale per la durata di 20 anni. La tassa per la patente ammonta a fr. 190.--.
  • Il titolare della patente individuale di fonditore non è autorizzato a fondere per conto di terzi.

Saggio dei metalli preziosi (prodotti della fusione)

In generale

  • I prodotti della fusione destinati alla rivendita devono essere saggiati. Il saggio ha lo scopo di determinare il titolo reale. Quest'operazione é attestata con l'apposizione del marchio di un ufficio di controllo o di un saggiatore di commercio.
  • Solo gli uffici di controllo e i saggiatori del commercio sono competenti a determinare il titolo dei prodotti della fusione.
  • L'operazione ha per iscopo di accertare il titolo reale del prodotto.

Marcatura dei lingotti destinati al commercio

  • Il titolo, indicato in millesimi e in frazioni di millesimi, e il numero del certificato d'analisi sono scolpiti su ciascun prodotto della fusione se la sua grandezza lo permette. Esso è garantito dal marchio dell'ufficio di controllo o del saggiatore del commercio.
https://www.ezv.admin.ch/content/ezv/it/home/temi/controllo-dei-metalli-preziosi/fusione-e-saggio-dei-metalli-preziosi.html