Produzione svizzera di bevande distillate

Professionisti

Concessione di distilleria professionale

Chi vuole produrre industrialmente bevande spiritose deve essere in possesso della relativa concessione professionale. La concessione è rilasciata in modo molto restrittivo. Prima di poter richiedere una concessione professionale, concretamente le aziende devono far produrre da un distillatore per conto di terzi 200 litri di alcol anidro di seguito e tenere un conteggio preciso al riguardo.

Concessione di distilleria per conto di terzi

Prima di rilasciare una concessione di distilleria per conto di terzi, la A AT deve determinarne la necessità economica nella regione (ad es. luogo, domanda, prova della qualità dei distillati prodotti). 

Privati

Chi vuole produrre distillati nostrani deve procedere nel modo seguente:

Preparare le materie prime

Preparare la materia prima per il processo di distillazione, ovvero lavarla, sminuzzarla e macerarla.

Trovare una distilleria per conto di terzi

Poiché in Svizzera i privati non possono fabbricare essi stessi distillati nostrani, dopo il processo di macerazione dovete ricercare una distilleria per conto di terzi munita di concessione che trasformerà la pigiatura in distillato.

Versare le tasse e le rimunerazioni alla distilleria

La tassa di CHF 29.- per litro anidro grava indistintamente tutte le bevande distillate, senza tenere conto del fatto che siano state importate o prodotte in Svizzera. Per un litro di distillato di frutta (40 % vol.) bisognerà pertanto pagare una tassa di CHF 11.60. Il distillatore per conto di terzi annuncia all’A AT tramite modulo per chi e con quali materie prime ha prodotto una certa quantità di distillati. Il conteggio dell'imposta è inviato direttamente alla persona che ha conferito il mandato. La rimunerazione per la distillazione viene fatturata direttamente dalla distilleria per conto di terzi.

Maggiori informazioni si trovano nella guida per la produzione di bevande distillate. 

Agricoltori

Gli agricoltori elaborano unicamente i prodotti del proprio suolo o i prodotti raccolti allo stato selvatico nel Paese. Chi non è in possesso di una propria distilleria, incarica una distilleria per conto di terzi dell’elaborazione delle proprie materie prime.

Generalmente le bevande spiritose prodotte dagli agricoltori destinate al fabbisogno della propria azienda agricola non vengono tassate. La quantità massima è calcolata ogni anno e in modo individuale dalla A AT sulla base della superficie, del numero delle persone e del numero degli alberi ad alto fusto. La base di calcolo è data dai dati aziendali provenienti dall’Ufficio federale dell’agricoltura (UFAG). Le bevande spiritose cedute dall’economia domestica e dall’azienda sono per contro tassate. Ogni anno gli agricoltori devono annunciare alla A AT le quantità di bevande spiritose cedute, così come pure le scorte finali a disposizione alla fine della campagna. Entrambe le informazioni sono da indicare nella dichiarazione annuale che può essere compilata e trasmessa online.

In linea di massima la tassazione avviene secondo il principio dell’autodichiarazione. In caso di una produzione annua superiore ai 200 litri d’alcool puro, le aziende agricole sono assoggettate al controllo previsto per i produttori professionali.

Formulari

Contatto

Amministrazione federale delle dogane
Divisione alcol e tabacco
Sezione imposta sulle bevande spiritose
Route de la Mandchourie 25
2800 Delémont

Tel.
+41 58 462 65 00
Fax
+41 58 463 18 28

spirituosen@ezv.admin.ch

Stampare contatto

https://www.ezv.admin.ch/content/ezv/it/home/temi/alcohol/spirituosen_produktion.html