Prevenzione e tutela della gioventù

In generale si distinguono due forme di prevenzione: la prevenzione comportamentale (volta a rinforzare le competenze psicosociali) e la prevenzione strutturale (che definisce l’ambito in cui gli individui si evolvono). Le misure strutturali in materia di sanità pubblica danno buoni risultati, soprattutto se sono supportate da misure comportamentali.

La prevenzione strutturale è definita dal numero di misure adottate in alcuni ambienti particolari («setting») e che contribuiscono alla promozione di condizioni favorevoli alla salute. Tra le condizioni che servono a prevenire i problemi legati all’alcol vi sono anche l’ampliamento degli spazi pubblici, l’offerta o le infrastrutture per i giovani.

Prevenzione strutturale in materia di alcol in Svizzera

Incaricata della regolamentazione del commercio e della pubblicità di alcol, la divisione Alcol e tabacco si concentra soprattutto sugli aspetti strutturali della prevenzione del consumo problematico di alcol. Con ciò si intendono le restrizioni per accedere alle bevande alcoliche (orari di vendita, età minima per la vendita e la consegna di alcol ecc.), le limitazioni per la pubblicità e la politica in materia di prezzi e imposizione. Il controllo e il miglioramento del rispetto delle prescrizioni legali fanno altresì parte delle misure strutturali.

In Svizzera la legge vieta la vendita o la consegna gratuita

  • di birra, vino e sidro (bevande fermentate) a minori di 16 anni;
  • di bevande spiritose (bevande distillate o bevande mescolate contenenti alcol distillato) a minori di 18 anni.

I Cantoni e i punti vendita possono applicare regole più severe delle leggi federali. In Ticino, o anche in alcuni commerci è ad esempio vietato vendere qualsiasi tipo di bevanda alcolica a minori di 18 anni.

Il personale di vendita svolge un ruolo chiave nella tutela della gioventù. In caso di dubbi sull’età di un cliente – ciò che accade spesso ed è normale con giovani in fase di crescita – occorre esigere un documento di legittimazione ufficiale (passaporto, carta d’identità o licenza di condurre) per determinare l’età esatta.
Il luogo di vendita deve inoltre essere munito di un cartello ben visibile indicante chiaramente le restrizioni per la consegna e la vendita di bevande alcoliche.

Tra le misure rientranti nell’ambito di attività della divisione Alcol e tabacco vi sono dunque l’imposizione dell’alcol, il controllo della produzione e del commercio di alcol, le limitazioni della pubblicità e le prescrizioni relative ai limiti d’età.

Contatto

Divisione alcol e tabacco

Amministrazione federale delle dogane
Divisione alcol e tabacco
Sezione mercato dell'alcol e pubblicità
Route de la Mandchourie 25
2800 Delémont

Tel.
+41 58 462 65 00
Fax
+41 58 463 18 28

khw@ezv.admin.ch

Stampare contatto

https://www.ezv.admin.ch/content/ezv/it/home/temi/alcohol/praevention_jugendschutz.html