Vino, bevande alcoliche e tabacchi manufatti

Le bevande alcoliche che superano la quantità ammessa in franchigia e transitano attraverso la Svizzera devono essere dichiarate all'entrata. Lo stesso vale per i tabacchi manufatti (vedi anche Quantità ammesse in franchigia: derrate alimentari, alcol e tabacco). All'entrata in Svizzera la dogana allestisce un bollettino di transito.

La cauzione versata, che corrisponde all'incirca ai tributi all'importazione (vedi anche Quantità ammesse in franchigia: derrate alimentari, alcol e tabacco), viene rimborsata dall'ufficio doganale d'uscita al momento della riesportazione di tutti i beni. Se il pagamento della cauzione avviene in contanti (franchi, euro, dollari americani o sterline inglesi), essa viene sempre restituita in franchi. È possibile pagare anche con la carta di credito. Al momento della riesportazione la restituzione è accreditata sulla stessa carta.

Orari d'apertura e indirizzi

Affinché l'esportazione della merce possa essere attestata e la cauzione restituita, l'uscita deve imperativamente avvenire attraverso un valico di confine occupato. Orari d'apertura e indirizzi.

Avvertenza
Transitando attraverso la Svizzera, si esce dall'unione doganale dell'UE. Al fine di evitare problemi all'esportazione e alla reimportazione, occorre contattare previamente le Amministrazioni doganali interessate:

Per l'Austria: www.bmf.gv.at/zoll 
Per la Francia: www.douane.gouv.fr 
Per la Germania: www.zoll.de 
Per l'Italia: www.agenziadogane.it 
Per altri Paesi: WCO - National Customs Websites

https://www.ezv.admin.ch/content/ezv/it/home/informazioni-per-privati/viaggiare-e-acquistare--in-franchigie-quantitative-e-franchigia-/transito-attraverso-la-svizzera/vino--bevande-alcoliche-e-tabacchi-manufatti.html