Merci per un valore superiore a 300 franchi, soggette all'IVA

Erklärungsgrafik Reiseverkehr Wertfreigrenze FR

Al rientro dall'estero o all'entrata in Svizzera possono essere importate merci in esenzione dall'IVA per un valore complessivo fino a 300 franchi (limite di franchigia secondo il valore), a condizione che siano destinate all'uso privato o come regali. Se vengono importate merci il cui valore supera 300 franchi, occorre versare l'IVA. Ciò riguarda anche le derrate alimentari, i tabacchi manufatti, le bevande alcoliche, gli animali domestici e i lavori di riparazione e manutenzione fatti eseguire all'estero sul proprio veicolo.

Attenzione! Se la quantità in franchigia di bevande alcoliche, tabacchi manufatti e alcune derrate alimentari è superata, in aggiunta va pagato il dazio. Per maggiori informazioni cliccare qui.

Attenzione! Determinate merci (p. es. contraffazioni, armi, nonché alcune piante, animali, prodotti animali e merci che soggiacciono alla protezione delle specie) sottostanno al divieto di importazione o a certe limitazioni. Per maggiori informazioni cliccare qui.

Non è possibile fornire informazioni sui tributi doganali da versare in altri Paesi. Rivolgersi direttamente all'Amministrazione delle dogane competente o alla rispettiva rappresentanza estera in Svizzera.

IVA

L'IVA è pari al 7,7 per cento della base di calcolo. A determinate merci si applica l'aliquota ridotta del 2,5 per cento (p. es. derrate alimentari, bevande analcoliche, libri, riviste o medicamenti). Maggiori informazioni: articolo 25 LIVA.

Di regola, la base di calcolo corrisponde alla controprestazione che la persona paga o ha pagato per le merci. Ciò vale anche per i beni acquistati in Internet e ritirati all'estero. La fattura, la ricevuta o il contratto di acquisto ne rappresentano la base. In altri casi (p. es. regali) viene imposto il valore di mercato, ovvero ciò che pagherebbe un terzo per acquistare il bene. Nella base di calcolo è esclusa l'IVA estera, salvo che il fornitore l'abbia indicata separatamente sulla fattura, la ricevuta o il contratto d'acquisto. Per maggiori informazioni cliccare qui.

Il prezzo o il valore espresso in valuta estera è convertito in franchi svizzeri.  A tal fine si applica il corso del cambio (vendita) in borsa, valido il giorno prima della nascita del debito fiscale (di regola il giorno precedente). Informazioni sui corsi dei cambi.

La presentazione di una fattura o di un altro giustificativo del valore (p. es. per acquisti in Internet) agevola la procedura d'imposizione doganale. Se mancano indicazioni relative al valore o vi sono dubbi sulla correttezza di questi dati, si procede alla stima del valore.

Dichiarazione doganale

All’entrata in Svizzera, tutte le merci trasportate devono essere dichiarate spontaneamente. Ai valichi di confine dove il personale doganale non è presente occorre effettuare la dichiarazione con l’app QuickZoll o mediante l’autodichiarazione scritta (cassetta delle dichiarazioni).

Merci ordinate all’estero e recapitate per posta o corriere

Per merci ordinate all'estero (p. es. in Internet) e recapitate per posta o corriere valgono altre disposizioni. Per maggiori informazioni cliccare qui.

Restituzione dell’IVA estera

Altre info

Info Dogana - Attraversare la dogana svizzera (Mod. 18.50) (PDF, 1 MB, 08.07.2019)Scopo del presente opuscolo è facilitare il passaggio attraverso la dogana svizzera. Conoscete l’applicazione doganale QuickZoll?.

Contatto

Centrale d’informazione della dogana

Tel.
+41 58 467 15 15

Modulo di contatto

Stampare contatto

https://www.ezv.admin.ch/content/ezv/it/home/informazioni-per-privati/viaggiare-e-acquistare--in-franchigie-quantitative-e-franchigia-/importazione-in-svizzera/merci-per-un-valore-superiore-a-300-franchi--soggette-all-iva.html