Viaggio in treno

Quando si entra in Svizzera in treno vi sono diverse possibilità per dichiarare le proprie merci alla dogana.

Le merci trasportate possono essere dichiarate tramite l’apposita app QuickZoll. Inoltre, sono a disposizione le seguenti possibilità.

  • Se sul treno è presente personale doganale, le merci trasportate vanno dichiarate spontaneamente. La dichiarazione doganale verbale è vincolante.
  • Se non è presente personale doganale, è possibile:
    • - scendere dal treno alla stazione di confine per dichiarare in forma scritta (autodichiarazione scritta presso una cassetta delle dichiarazioni) le merci; oppure
    • - dichiarare le merci a posteriori, entro 7 giorni, presso qualsiasi ufficio doganale durante gli orari di apertura.

Attenzione
Su determinati treni regionali è possibile trasportare solo merci private

  • che rientrano nelle quantità ammesse in franchigia o nel limite di franchigia secondo il valore di 300 franchi e sono quindi esenti da tributi oppure
  • che sono state imposte con l’app QuickZoll.

Si prega di prestare attenzione alle indicazioni sul treno o agli annunci.

Le merci soggette a divieti, limitazioni e autorizzazioni (p. es. armi, animali vivi e merci protette) devono essere dichiarate presso un valico di confine occupato da personale dell’AFD.

Due guardie di frontiera controllano la carta d'identità di un viaggiatori.

Altre info

Per chi entra in Svizzera con merci commerciabili anziché con merci private, si applicano le prescrizioni per le ditte. Informazioni sull’importazione di merci commerciabili su treni sono disponibili alla pagina «Traffico ferroviario» della rubrica «Informazioni per ditte».

https://www.ezv.admin.ch/content/ezv/it/home/informazioni-per-privati/dichiarazione-delle-merci/importazione-in-svizzera/viaggio-in-treno.html