Regime comune di transito (PTC)

Il regime comune di transito (PTC) è un modo semplice e poco costoso per trasportare merci non imposte attraverso più Paesi. Attualmente è applicato in tutti i generi di traffico da Islanda, Norvegia, Svizzera, Paesi dell’UE, ma anche Turchia, Macedonia del Nord, Serbia e nel Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord.

Leprescrizioni sul regime comune di transito (PTC) e i relativi processi sono disponibili nel Regolamento R-14-01.

Il regime di transito indica lo statuto doganale delle merci nel territorio doganale dell’UE. Le merci T2 sono merci in libera circolazione all’interno dell’UE (le cosiddette merci unionali). Le merci T1 sono merci non imposte.

Per garantire il pagamento dei tributi nel regime di transito è necessario depositare una garanzia. Il modulo di domanda si trova sotto «Moduli». Ulteriori informazioni sulla garanzia dei tributi, sono disponibili alla cifra 6 Regolamento R-14-01 (prestazione di garanzia).

Svolgimento del regime comune di transito

Il regime di transito standard viene svolto esclusivamente per via elettronica mediante il sistema informatico NCTS (New Computerised Transit System). Ulteriori informazioni sul sistema informatico NCTS sono disponibili sotto NCTS.

Una volta che il titolare del regime (dichiarante del transito) o il suo rappresentante ha trasmesso i dati relativi al transito al sistema informatico NCTS, viene aperta la procedura di transito e stampato il documento d’accompagnamento transito MRN. Questo documento deve essere presentato al valico di confine per registrare l’entrata o l’uscita delle merci nonché all’ufficio doganale di destinazione al fine di concludere il regime.

https://www.ezv.admin.ch/content/ezv/it/home/informazioni-per-ditte/dichiarazione-delle-merci/transito-attraverso-la-svizzera/procedura-di-transito-comune--ptc-.html