Cinque aspetti da tenere in considerazione quando si fa shopping all’estero

Le vacanze all’estero invogliano all’acquisto di souvenir. Ma non tutto è legale e non è tutto oro quel che luccica. Qui di seguito trovate alcuni consigli utili per risparmiarvi brutte sorprese al rientro in Svizzera. 

18.06.2019, Corinne Wirth  

Ferienshopping Markt
Non tutti i souvenir acquistati all’estero possono essere portati in Svizzera.

Articoli di marca a buon mercato

La bella borsa di marca o l’economico orologio di lusso svizzero al mercato o nel «negozio ambulante» nel cortile sul retro... Si tratta quasi sempre di copie pirata o di contraffazioni di costosi articoli di marca. Portare in Svizzera simili imitazioni e contraffazioni di articoli di marca e di design è vietato. Esse possono essere confiscate al valico di confine e quindi distrutte. È irrilevante se avete appena acquistato i prodotti o se li possedete da tempo, se li avete comprati voi stessi o se li avete ricevuti in regalo.

Ulteriori informazioni: contraffazioni

Ferienshopping Tasche und Sonnenbrillle
In Svizzera, gli articoli di marca contraffatti sono vietati e vengono confiscati all’entrata nel Paese.

Animali selvatici domestici

Quante volte è successo che un piccolo randagio a quattro zampe ha conquistato il cuore di turisti amanti degli animali? Ma la buona intenzione di portare con sé «souvenir» vivi è tutt’altro che raccomandabile. L’entrata in Svizzera richiede infatti molte formalità: l’animale deve essere accompagnato da un passaporto per animali da compagnia, disporre di una vaccinazione antirabbica valida ed essere identificato da un microchip. A seconda del Paese di provenienza, sono richiesti anche un certificato veterinario e/o un permesso d’importazione dell’Ufficio federale della sicurezza alimentare e di veterinaria (USAV). In determinate circostanze, l’ottenimento di tutti i documenti necessari può richiedere diversi mesi. L’importazione in Svizzera di cani con coda e/o orecchie recise è in ogni caso vietata.

Sul proprio sito, l’USAV informa in merito alle disposizioni generali sotto «Viaggiare con animali da compagnia» e mette a disposizione l’aiuto online «Varcare la frontiera con cani, gatti o furetti».

A proposito: anche quando partite in vacanza con i vostri animali domestici dovete informarvi in anticipo sulle disposizioni per il rientro in Svizzera. A seconda dell’animale domestico e della destinazione di vacanza si applicano, infatti, disposizioni più o meno severe in materia di misure di protezione e di prevenzione delle epidemie. Anche su queste tematiche l’USAV fornisce informazioni supplementari (vedi sopra).

Mitbringen von Tieren - Hund und Katze
L’importazione in Svizzera di cani e gatti dall’estero è soggetta a condizioni severe.
© Clipdealer

Medicamenti e anabolizzanti

Spesso i medicamenti sono più economici all’estero che in Svizzera. Tuttavia, occorre prestare attenzione a cosa, a quanto e a dove si acquista. I privati possono importare medicamenti in Svizzera esclusivamente per uso personale, e non per terzi, nella quantità equivalente al fabbisogno mensile. I medicamenti classificati come stupefacenti possono essere importati solo da viaggiatori malati.
Maggiori informazioni sono disponibili sul sito dell’Istituto svizzero per gli agenti terapeutici Swissmedic.

I preparati destinati allo sviluppo dei muscoli (p. es. anabolizzanti) possono includere anche sostanze dopanti. In questi casi vige la tolleranza zero.

Ulteriori informazioni sono disponibili su Antidoping Svizzera.

Medikamente
È consentito importare medicamenti solo per uso personale nella quantità equivalente al fabbisogno mensile.
© Clipdealer

Derrate alimentari, alcol e tabacco

Molte derrate alimentari possono essere portate in Svizzera senza problemi. Tuttavia, nel caso di derrate alimentari d’origine animale, la prudenza è d’obbligo. Rientrano in questa categoria la carne, i latticini (formaggio compreso) e il miele. La carne può essere importata in Svizzera esclusivamente dagli Stati dell’UE, dall’Islanda e dalla Norvegia. Il succulente T-bone steak va quindi lasciato negli Stati Uniti.

Per le derrate alimentari, le bevande alcoliche e i prodotti del tabacco che superano il limite di franchigia secondo il valore di 300 franchi e le quantità ammesse in franchigia applicabili (per persona il giorno dell’entrata), all’entrata in Svizzera è necessario versare l’IVA e i tributi doganali.

L’opuscolo «Attraversare la dogana svizzera» fornisce ulteriori chiarimenti.

Wurst und Käse
Salsicce e formaggi sono souvenir problematici: non possono essere importati da tutti i Paesi.

Souvenir di origine animale o vegetale

Cinture in pelle d’elefante, acchiappasogni con piume di uccello o bastoncini d’incenso in legno di sandalo: la gamma di souvenir è varia. Nel caso di molti oggetti non è evidente che sono stati fabbricati con animali o piante protetti, ad esempio collane di corallo, bacchette per mangiare in legno tropicale o decorazioni in avorio. Molti di questi prodotti non possono essere importati in Svizzera o necessitano di un permesso.

Ulteriori informazioni dell’USAV: souvenir.

Souvenirs und Artenschutz
La conservazione delle specie vale anche per i souvenir in cui ciò non è immediatamente riconoscibile.
© Clipdealer

Vale quindi assolutamente la pena chiarire già prima delle vacanze quali souvenir sono adeguati e quali invece è meglio lasciare nel luogo di vacanza. Indipendentemente dal prodotto importato in Svizzera, occorre rispettare le quantità ammesse in franchigia ed eventuali restrizioni.

Opuscolo: «Attraversare la dogana svizzera»  

A proposito: avete a disposizione diverse opzioni per dichiarare in dogana le vostre merci soggette a dazio. Se non desiderate farlo di persona all’entrata in Svizzera, potete utilizzare anche l’app QuickZoll, che consente di versare i tributi in tutta semplicità, in modo digitale e indipendentemente dal luogo e dall’orario. L’app dell’AFD per le imposizioni funziona sia con il sistema operativo iOS che con Android.

QuickZoll: imposizione via smartphone

Consentito

È consentito importare per persona/al giorno, per uso privato o come regali:

bevande alcoliche (età minima: 17 anni):
5 litri fino al 18 % vol., 1 litro oltre il 18 % vol.

tabacco: 250 sigarette o sigari oppure 250 grammi di altri tabacchi manufatti

limite di franchigia secondo il valore di tutte le merci trasportate: CHF 300.− /da CHF 300.− l’IVA è dovuta sul valore complessivo di tutta la merce

 

Vietato

Derrate alimentari di origine animale (carne, latticini, miele) nonché

piante e parti di piante vive (incl. frutta e verdura)

provenienti da Paesi non membri dell’UE o dell’AELS

https://www.ezv.admin.ch/content/ezv/it/home/documentazione/pubblicazioni/forum-d---la-rivista-della-dogana-svizzera/gut-durch-den-zoll/ferienshopping-im-ausland.html