Basi legali

Le basi legali più importanti per l'AFD sono il diritto doganale e quello relativo alla tariffa doganale.

Il diritto doganale comprende principalmente la legge del 18 marzo 2005 sulle dogane, l'ordinanza del 1° novembre 2006 sulle dogane, l'ordinanza del 4 aprile 2007 del DFF sulle dogane nonché l'ordinanza del 4 aprile 2007 dell'AFD sulle dogane.

La legge sulle dogane disciplina:                                                 

  • la sorveglianza e il controllo del traffico delle persone e delle merci attraverso il confine doganale;
  • la riscossione dei tributi doganali;
  • la riscossione dei tributi esigibili in virtù di leggi federali di natura non doganale, sempre che spetti all'AFD;
  • l'esecuzione di disposti federali di natura non doganale e l'adempimento di altri compiti, sempre che spettino all'AFD.

I regimi doganali corrispondono in gran parte a quelli dell'Unione europea e sono previsti per le seguenti destinazioni doganali: immissione in libera pratica, transito, deposito doganale, ammissione temporanea, perfezionamento attivo e passivo nonché esportazione.

In linea di massima occorre dichiarare all'AFD per l'imposizione e un regime doganale tutte le merci trasportate oltre il confine doganale. Semplificazioni sono possibili nel traffico turistico e in quello delle merci commerciabili.

I controlli doganali vengono eseguiti anche dopo l'adesione della Svizzera a Schengen, dato che non vi è un'unione doganale con l'UE.

L'entrata in vigore dell'attuale diritto doganale risale al 1° maggio 2007.

La legge sulla tariffa delle dogane comprende i principi in materia di diritto tariffario: la tariffa generale (aliquote massime previste dalla legge) e la tariffa d'uso (aliquote di dazio attualmente applicabili).

https://www.ezv.admin.ch/content/ezv/it/home/documentazione/basi-legali.html