Presentare ricorso in modo corretto

Di seguito sono illustrati alcuni punti da osservare in caso di ricorso contro decisioni dell’Amministrazione federale delle dogane (AFD). Informazioni dettagliate sono desumibili dal «Volantino concernente la presentazione di ricorsi».

Contro quali decisioni è possibile presentare ricorso?

Contro le decisioni dell'AFD, soprattutto contro le decisioni d'imposizione basate su una dichiarazione doganale. 

Presso quale ufficio va presentato il ricorso?

All'ufficio doganale presso il quale è avvenuta la dichiarazione doganale.

Entro quanto tempo va presentato il ricorso?

Il ricorso deve essere presentato entro 60 giorni dall’allestimento della decisione d’imposizione o, per altri tipi di decisione, entro il rispettivo termine di ricorso. In caso di inosservanza del termine, il ricorso non viene trattato e per la decisione di non entrata nel merito vengono riscosse spese procedurali.

In che modo va presentato il ricorso?

Il ricorso va presentato 

È altresì possibile consegnare personalmente il ricorso presso un ufficio doganale, una direzione di circondario o la Direzione generale delle dogane. 

Presentazione per scritto

Il ricorso presentato in forma cartacea deve riportare la firma originale a mano e deve essere corredato di tutta la necessaria documentazione (vedi più sotto).

Presentazione per via elettronica

Il ricorso può essere presentato anche in forma elettronica attraverso la piattaforma di trasmissione «PrivaSphere» (https://www.privasphere.com/E-Eingabe-OZD). Occorre allegare tutta la documentazione necessaria. Sia sul ricorso sia sugli allegati deve figurare la firma elettronica qualificata e riconosciuta (SuisseID).

Contenuto del ricorso e allegati

Il ricorso deve contenere una richiesta concreta, indicante quali elementi della decisione impugnata devono essere modificati e in che misura. Occorre illustrare in modo chiaro e comprensibile per quale motivo la decisione va corretta. Bisogna inoltrare anche l’eventuale versione e-dec rettificata, la quale però non sostituisce la motivazione. Vanno allegati i documenti di scorta presentati in occasione dell’imposizione e quelli indicati nella decisione nonché gli atti non ancora presi in considerazione che giustificano la modifica richiesta.

Quali sono i costi di un ricorso?

Per il trattamento dei ricorsi va versato un anticipo delle spese. Se questo anticipo non è versato in tempo utile, l'AFD non entra nel merito del ricorso e riscuote spese processuali (minimo fr. 100) per la decisione di non entrata nel merito. Fino all'allestimento di questa decisione il ricorrente ha la possibilità di ritirare il ricorso per scritto. Se il ricorso viene accolto, l'emolumento per la modifica della decisione d'imposizione ammonta a 30 franchi (minimo). Per questo motivo, in caso di valore litigioso esiguo di regola non vale la pena presentare un ricorso.

Qual è la regolamentazione per la deduzione dell'imposta precedente?

Se l'importatore non può dedurre integralmente come imposta precedente l'imposta sull'importazione nel suo conteggio trimestrale destinato all’Amministrazione delle contribuzioni, egli ha diritto alla restituzione dell'IVA riscossa in eccedenza o non dovuta. Tale diritto si prescrive in cinque anni dalla fine dell'anno civile in cui è sorto. Se l'imposta precedente può essere dedotta integralmente, l'AFD respinge la domanda di restituzione.

Indicazione giuridica

Dato che lo strumento di calcolo dei termini non prende in considerazione i giorni festivi regionali, occorre calcolarli manualmente. Questo strumento è unicamente un mezzo ausiliario. Da un calcolo eventualmente errato non può essere desunto alcun diritto.

Contatto

Orari d’apertura e indirizzi

Centrale d’informazione della dogana svizzera

Tel.
+41 58 467 15 15

Da lunedì a venerdì
ore 8.00-11.30 e 13.30-17.00

Modulo di contatto centrale d’informazione della dogana svizzera

Stampare contatto

https://www.ezv.admin.ch/content/ezv/it/home/dichiarazione-doganale/presentare-ricorso-in-modo-corretto.html