Inizio zona contenuto

Inizio navigatore

  • Pagina iniziale

Fine navigatore

Versione stampa Stampa | dividere:    


Pagina iniziale


Novità



Ritornare alla prima pagina Pagina antecedente 1 2 3 4 Pagina seguente Ritornare all' ultima pagina
Articolo 1 - 8 da 32


Ora per tutta l’AFD vale il prefisso unificato 058.

La revisione dell’ordinanza sulle dogane e dell’ordinanza sulle importazioni agricole consente di semplificare l’imposizione di merci nel traffico turistico e di accelerare il passaggio del confine. Le modifiche delle ordinanze, approvate dal Consiglio federale in data odierna, entrano in vigore il 1° luglio 2014.

Apertura della stagione al Museo delle dogane

Due dipendenti controllano le merci nel camion


Finora i «blunt» venivano classificati alla voce di tariffa 2402.1000. A partire dal 1° aprile 2014 questi prodotti rientreranno invece nella voce di tariffa 2403.

I prodotti a base di latte in cui uno o più componenti del latte sono stati sostituiti con altre sostanze rientrano nelle voci di tariffa 1901 o 2106.

A partire dal 1° gennaio 2016 l’indicazione del numero d’identificazione delle imprese (IDI) nelle rubriche “Importatore” e “Destinatario” (e-dec Import) nonché nella rubrica “Mittente” (e-dec Export e NCTS Export) sarà obbligatoria.

Nel 2013 l’Amministrazione federale delle dogane (AFD) ha registrato alcuni risultati record. Con più di 24 miliardi di franchi di entrate è stato raggiunto un nuovo valore di punta. Infatti mai prima d’ora la dogana aveva incassato un importo così elevato. Il Corpo delle guardie di confine (Cgcf) ha fermato molte più persone segnalate rispetto all’anno precedente e per la prima volta sono disponibili le cifre relative al turismo del crimine: oltre 1000 volte il Cgcf è intervenuto per via del sospetto di presenza di refurtiva e di attrezzi impiegati per commettere un reato.



Ritornare alla prima pagina Pagina antecedente 1 2 3 4 Pagina seguente Ritornare all' ultima pagina
Articolo 1 - 8 da 32


Fine zona contenuto