Inizio zona contenuto

Inizio navigatore

  • Pagina iniziale

Fine navigatore

Versione stampa Stampa | dividere:    


Pagina iniziale


Novità



Ritornare alla prima pagina Pagina antecedente 1 2 3 4 5 6 7 8 9 Pagina seguente Ritornare all' ultima pagina
Articolo 1 - 8 da 67


Richiamo: A partire dal 1° gennaio 2016 l’indicazione del numero d’identificazione delle imprese (IDI) nelle rubriche “Importatore” e “Destinatario” (e-dec Import) nonché nella rubrica “Mittente” (e-dec Export e NCTS Export) sarà obbligatoria. Da subito, gli spedizionieri sono pregati di indicare gli IDI nelle dichiarazioni doganali (senza trattini o punti, ad esempio: CHE123456789).

Il Consiglio federale ha deciso che il tabacco per pipe ad acqua è ora considerato come tabacco trinciato fine. L’imposta viene pertanto stabilita per chilogrammo e in per cento del prezzo di vendita al minuto.

Dal 1° maggio 2015 l’UE inasprisce la normativa sull’ammissione temporanea di veicoli aziendali immatricolati negli Stati terzi nello spazio europeo. Tuttavia ciò non si riper-cuote in alcun modo sulle prescrizioni doganali svizzere.

Nel quadro della riorganizzazione della Direzione generale delle dogane, riceverete di caso in caso nuove persone di contatto. I riferimenti saranno aggiornati al 1° maggio 2015.

Dal 1o maggio 2015, la persona soggetta all'obbligo di dichiarazione deve indicare nella dichiarazione doganale il numero d'impegno circa l'uso dell'importatore o del destinatario.

Prova del trasporto diretto in Cina

Una guardia di confine al lavoro
La dogana svizzera si adopera a favore dell'economia, della sicurezza e della salute

Modifica dell'ordinanza dell DFF concernente gli elementi mobili applicabili all'importazione di prodotti agricoli trasformati (RS 632.111.722.1)



Ritornare alla prima pagina Pagina antecedente 1 2 3 4 5 6 7 8 9 Pagina seguente Ritornare all' ultima pagina
Articolo 1 - 8 da 67


Fine zona contenuto