Inizio zona contenuto

Inizio navigatore

  • Pagina iniziale

Fine navigatore

Versione stampa Stampa | dividere:    



In primo piano

In questo periodo, sempre più cittadini ricevono e-mail o SMS che risultano essere inviati dall'«Amministrazione federale delle dogane». Quest'ultima mette in guardia da simili messaggi e consiglia di ignorarli e di eliminarli.


Novità



Ritornare alla prima pagina Pagina antecedente 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 Pagina seguente Ritornare all' ultima pagina
Articolo 1 - 8 da 102


Nell’ambito di questo studio, le attuali procedure doganali nel traffico delle merci e in quello turistico vengono esaminate in maniera approfondita, adeguate e, se necessario, ne vengono definite delle nuove. Lo studio è svolto in collaborazione con gli operatori economici e Uffici federali interessati. L’Amministrazione federale delle dogane informerà regolarmente sullo stato di avanzamento dello studio e sulle decisioni intermedie.



Nell’ambito della riorganizzazione del servizio doganale nella regione del Mittelland, a partire dal 1° agosto 2016 gli uffici doganali di Aarau e Berna faranno parte dell’ispettorato doganale di Aarau.

Modifiche e complementi alle prescrizioni di servizio

Volete fornire un contributo all'economia, alla sicurezza e alla salute della popolazione svizzera? Allora candidatevi a un posto quale guardia di confine con attestato professionale federale!

A partire dal 1° gennaio 2017 la tariffa doganale svizzera subirà un aggiornamento in seguito alla revisione della nomenclatura del Consiglio mondiale delle doganale (Sistema armonizzato SA, OMD) nonché all'Accordo sulla tecnologia di informazioni (ATI, OMC). Gli adeguamenti concernenti il SA prendono in considerazione gli sviluppi delle nuove tecnologie, apportano miglioramenti nell'ambito dei controlli nel commercio internazionale di pesci e crostacei nonché di prodotti chimici cosiddetti "non innocui" e ottimizzano le relative statistiche. Le modifiche dovute all'accordo IT avranno come conseguenza l'esenzione daziaria per diversi prodotti della tecnologia di informazioni. Il Consiglio federale ha approvato queste misure il 10 e il 29 giugno 2016.

Il numero di medicamenti acquistati su Internet e importati illegalmente in Svizzera rimane costante. I medicamenti più frequentemente introdotti in Svizzera per vie illegali continuano ad essere gli stimolanti per l'erezione. A registrare un calo sensibile sono invece i prodotti dimagranti importati illegalmente. Alla settimana di campagna internazionale «PANGEA IX» di quest'anno per la lotta al commercio illegale di medicamenti su Internet, coordinata da Interpol, hanno partecipato 103 Paesi.





Ritornare alla prima pagina Pagina antecedente 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 Pagina seguente Ritornare all' ultima pagina
Articolo 1 - 8 da 102


Fine zona contenuto